Un globalismo allo sbando

Forum di discussione sulla politica italiana, i partiti e le istituzioni.
Rispondi
porterrockwell
Messaggi: 348
Iscritto il: 9 giu 2019, 11:47

Un globalismo allo sbando

Messaggio da porterrockwell » 11 ott 2019, 14:35

Nel 2017, la "giornalista culturale" Kristina Lindquist ha affermato che la Svezia è così xenofoba, che non merita nemmeno di celebrare la propria giornata nazionale e che "il nazionalismo dovrebbe essere spazzato via".
Sdrogheggiano veramente i globalisti

Sayon
Messaggi: 1286
Iscritto il: 9 giu 2019, 7:58

Re: Un globalismo allo sbando

Messaggio da Sayon » 11 ott 2019, 15:54

porterrockwell ha scritto:
11 ott 2019, 14:35
Nel 2017, la "giornalista culturale" Kristina Lindquist ha affermato che la Svezia è così xenofoba, che non merita nemmeno di celebrare la propria giornata nazionale e che "il nazionalismo dovrebbe essere spazzato via".
Sdrogheggiano veramente i globalisti
Il problema e' che non ci hanno dato il tempo di divenire EUROPEI, perche' sono arrivati immigrati che di europeo non hanno proprio nulla. L'idea dell'Europa era proprio quello di valorizzare le nostre radici comuni. Ed invece la sinistra l'ha trasformata in globalismo che e' tutt'altra cosa dato che mette insieme persone che hanno culture totalmente diverse, Come sempre la verita' sta nel mezzo. L' immigrazione indisciplinata per colpa delle tanti Lundquist ha TRADITO lo scopo della Unione Europea

Vento
Messaggi: 92
Iscritto il: 8 giu 2019, 23:48

Re: Un globalismo allo sbando

Messaggio da Vento » 12 ott 2019, 0:14

Sayon ha scritto:
11 ott 2019, 15:54
porterrockwell ha scritto:
11 ott 2019, 14:35
Nel 2017, la "giornalista culturale" Kristina Lindquist ha affermato che la Svezia è così xenofoba, che non merita nemmeno di celebrare la propria giornata nazionale e che "il nazionalismo dovrebbe essere spazzato via".
Sdrogheggiano veramente i globalisti
Il problema e' che non ci hanno dato il tempo di divenire EUROPEI, perche' sono arrivati immigrati che di europeo non hanno proprio nulla. L'idea dell'Europa era proprio quello di valorizzare le nostre radici comuni. Ed invece la sinistra l'ha trasformata in globalismo che e' tutt'altra cosa dato che mette insieme persone che hanno culture totalmente diverse, Come sempre la verita' sta nel mezzo. L' immigrazione indisciplinata per colpa delle tanti Lundquist ha TRADITO lo scopo della Unione Europea
Condivido.
Ormai è uno scontro tra due visioni del mondo, una realista ed una utopista o utopica. La sinistra da sempre vive di sogni o utopie, disprezza la realtà, che va ignorata o modificata, anzi sostituita, e disprezza e odia i realisti, che aggrappati al buon senso cercano di farli ragionare. La fede fanatica che li anima, sprigiona una energia irresistibile. In Svezia i realisti, definiti sovranisti, nonostante la violenza della retorica sinistra, hanno raggiunto un buon risultato elettorale, che permetterebbe un governo di destra, assieme ad un altro partito, che però, terrorizzato, rifiuta. Così continua a governare la sinistra dello stolto Lofven, pur essendo minoranza. Sono insomma riusciti a lavare il cervello anche degli oppositori, che ormai si considerano, essi stessi, indegni del potere/dovere di governare.
Così la democrazia è di fatto sospesa e sostituita da questa psico-dittatura.

Avatar utente
Liberi Pensieri
Messaggi: 456
Iscritto il: 8 giu 2019, 23:50

Re: Un globalismo allo sbando

Messaggio da Liberi Pensieri » 12 ott 2019, 9:08

porterrockwell ha scritto:
11 ott 2019, 14:35
Nel 2017, la "giornalista culturale" Kristina Lindquist ha affermato che la Svezia è così xenofoba, che non merita nemmeno di celebrare la propria giornata nazionale e che "il nazionalismo dovrebbe essere spazzato via".
Sdrogheggiano veramente i globalisti
io ho sempre choiamato la globalizzazione con il nome di mondialismo.
Quell'essere senza volto che vuole stravolgere i nostri valori sostituendoli con altri (immigrazione forzata, droga, omosessualità) e quindi non mi meraviglia che certi personaggi che rappresentano questa idea lo dicano apertamente.
Ci si può ribellare e come ?
Queste sono le domande e non farsi il sangue amaro.
Ci sono tre classi di uomini: gli amanti della saggezza, gli amanti dell’onore, e gli amanti del guadagno.

porterrockwell
Messaggi: 348
Iscritto il: 9 giu 2019, 11:47

Re: Un globalismo allo sbando

Messaggio da porterrockwell » 12 ott 2019, 19:53

Liberi Pensieri ha scritto:
12 ott 2019, 9:08
porterrockwell ha scritto:
11 ott 2019, 14:35
Nel 2017, la "giornalista culturale" Kristina Lindquist ha affermato che la Svezia è così xenofoba, che non merita nemmeno di celebrare la propria giornata nazionale e che "il nazionalismo dovrebbe essere spazzato via".
Sdrogheggiano veramente i globalisti
io ho sempre choiamato la globalizzazione con il nome di mondialismo.
Quell'essere senza volto che vuole stravolgere i nostri valori sostituendoli con altri (immigrazione forzata, droga, omosessualità) e quindi non mi meraviglia che certi personaggi che rappresentano questa idea lo dicano apertamente.
Ci si può ribellare e come ?
Queste sono le domande e non farsi il sangue amaro.
Come ci si possa ribellare non so. A noi "piccoli figli di Eva" resta comunque la possibilità e quindi il dovere di esprimere la nostra opinione contraria: ovunque capiti e senza paura. Non sarebbe cosa da poco. Troppa gente tace per timore e sudditanza culturale. Tutti conosciamo delle persone. Si prenda sempre l'occasione di parlare, contraddire, criticare fossero pure le opinioni del papa, del presidente della repubblica, del sindaco ecc. Non moltissime persone hanno il coraggio civile di farlo. Cominci di qui la rivoluzione del terzo stato moderno.

Rispondi