Tutti i dubbi storici: risposte e discussioni

Discussioni legate alla Politica e alla Storia del XX secolo
Sempreasinistra

Re: Tutti i dubbi storici: risposte e discussioni

Messaggio da leggere da Sempreasinistra » 12 giu 2019, 20:53

pigafetta ha scritto:
12 giu 2019, 17:31
i Fratelli ZEN, sono arrivati in America ben 100 anni prima di Colombo
E dove sono le prove? I vichinghi giunti prima di Colombo hanno lasciato prove in Canada.

Avatar utente
nerorosso
Messaggi: 729
Iscritto il: 8 giu 2019, 17:34

Re: Tutti i dubbi storici: risposte e discussioni

Messaggio da leggere da nerorosso » 12 giu 2019, 20:55

ItaloPatriota ha scritto:
12 giu 2019, 20:45
Gemelli. Voi, messere? A 15 anni ero coi celti, a 20 con Giulio Cesare, a 25 con Agilulfo, intorno ai 30 con i Visconti e poi gli Sforza e Giovanni dalle Bande Nere, negli anni successivi con La Marmora, Garibaldi e Crocco. A 40 anni con Baracca e poi con Armando Diaz. Poi ancora con D'Annunzio e Mori. All'eta' di 45 anni con Pertini dopo varie avventure anche in Africa. Pochi anni fa ero con Falcone e Borsellino. Lo scrivo con tutto il rispetto e l'ammirazione che si meritano, Almeno finche' qualcuno non mi dimostri il contrario. Delle altre avventure con Fieramosca, Doria, Polo, Colombo, Cangrande, gli Este, altri Medici, i Dogi, i Borgia, Fra Diavolo e migliaia di altri grandi magari si discorrera', altresi'. :D Abbraccio montefeltriano.
Io cancro, 9/7 per la precisione…

Sul resto non ci ho capito un granchè…

Ma sono in catalessi post-cena… ;)
PATRIA O MUERTE!!!

(Fidel Castro)

Avatar utente
nerorosso
Messaggi: 729
Iscritto il: 8 giu 2019, 17:34

Re: Tutti i dubbi storici: risposte e discussioni

Messaggio da leggere da nerorosso » 12 giu 2019, 21:00

Sempreasinistra ha scritto:
12 giu 2019, 20:52
ItaloPatriota ha scritto:
11 giu 2019, 23:20
Mi scandalizzi un po' quando scrivi che avversari ed alleati hanno ragione ad esaltarsi, mentre noi no, non sia mai
E perché dovremmo esaltarci? Finché siamo stati la culla dell'impero romano avevamo un peso immenso nelle vicende europee. Ma dopo? Terra di conquista, di scambi e di baratti imperiali. Qualche sporadica eccezione, come la Venezia dei Dogi o le città della Lega Lombarda ai tempi del Barbarossa.
Ma quando le grandi monarchie nazionali sostituivano lo stato feudale noi stavamo ancora a combattere col vicino di cortile. Non abbiamo mai imbastito qualcosa che potesse durare almeno due generazioni.

Arretrati economicamente, socialmente, culturalmente, appesantiti dal clero, dall'imminente controriforma. Indietro sullo sviluppo tecnologico, sull'alfabetizzazione e con una capacità militare irrisoria.

L'unità è stata un misto tra la bravura di Cavour, culo e l'ambizione di Garibaldi. Uno stato monarchico guidato da un governo liberale che ci ha messo 40 anni prima di iniziare un misero sviluppo industriale con decenni di ritardo. Le abbiamo prese in Etiopia, in Libia e poi in Veneto ai tempi della Grande Guerra.

Se paragoniamo il percorso delle altre nazioni nello stesso range temporali capirai che c'è ben altro da raccontare.
L'unità tedesca è più tarda di quella italiana

https://it.m.wikipedia.org/wiki/Unifica ... a_Germania

Ma questo per te a quanto pare non conta.

Il problema tuo è che tu disprezzi la tua stessa patria, sei un anti-italiano. Mi vergogno io per l'esistenza di un sentire come il tuo.

Io ti renderei apolide, non meriti la cittadinanza di uno Stato che disprezzi.
PATRIA O MUERTE!!!

(Fidel Castro)

Avatar utente
heyoka
Messaggi: 1376
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41

Re: Tutti i dubbi storici: risposte e discussioni

Messaggio da leggere da heyoka » 12 giu 2019, 21:04

ItaloPatriota ha scritto:
12 giu 2019, 19:51
Ah! Credo che la prima banca "moderna" sia stata genovese cosi' come il primo "finanziere" che invento' l'interesse composto o qualcosa del genere. Ho bisogno di Sempreasinistra perche' non ricordo bene. :)
Cosa vuoi che sappia, Bakunin.
Lui è un passa scartoffie.
Non aveva mai sentito parlare di POLLIO, non sapeva niente di Casalduni e Pontelandolfo, non sapeva niente di Pigafetta e sono certo nemmeno sapeva dei Zen.
Probabilmente non aveva mai sentito nominare nemmeno Pico della Mirandola.
E si esalta perché crede di sapere la storia.
Mia nonna di un tipo come Bakunin in lingua Veneta avrebbe detto:
El xe uno che el se pissa dosso in letto, ma El xe convinto de aver suda'. :mrgreen:

Avatar utente
heyoka
Messaggi: 1376
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41

Re: Tutti i dubbi storici: risposte e discussioni

Messaggio da leggere da heyoka » 12 giu 2019, 21:24

Sempreasinistra ha scritto:
12 giu 2019, 20:53
pigafetta ha scritto:
12 giu 2019, 17:31
i Fratelli ZEN, sono arrivati in America ben 100 anni prima di Colombo
E dove sono le prove? I vichinghi giunti prima di Colombo hanno lasciato prove in Canada.
Caro Bakunin, a quei tempi, per fortuna, non avevano le PARANOIE degli Storici.
Pensa che lo stesso Marco Polo, se non fosse stato fatto prigioniero dai Genovesi, non si sarebbe mai preoccupato di raccontare il suo meraviglioso viaggio in Cina.

Detto questo, i fratelli Zen, sono arrivati a Terranova nel 1390.

Sempreasinistra

Re: Tutti i dubbi storici: risposte e discussioni

Messaggio da leggere da Sempreasinistra » 12 giu 2019, 21:37

nerorosso ha scritto:
12 giu 2019, 21:00
L'unità tedesca è più tarda di quella italiana
Ricordo bene la data dell'unificazione tedesca. Ma i tedeschi si sono riuniti secondo un progetto specifico e in meno di dieci anni sono diventati una potenza economica e industriale. Con tutte le accezione negative ovviamente, però la loro è stata un'unità forte e con scopi ben precisi. E fino a quel momento, 1871, quei territori hanno giocato un ruolo cruciale per la storia europea.

Fra tutti: lo sviluppo del protestantesimo, fondamentale per compiere l'effettivo passaggio dal Medioevo all'Epoca Moderna.
nerorosso ha scritto:
12 giu 2019, 21:00
Il problema tuo è che tu disprezzi la tua stessa patria, sei un anti-italiano.
Ritengo lo stato italiano ininfluente per la sua pochezza politica e per il suo essere l'eterno ultimo dalla sua esistenza. Motivo per cui sogno più l'ammissione dentro un'Europa che superi gli stati nazionali. Almeno iniziamo a ragionare con la mentalità nordica, a cui mi sento più affine e che bramo di più.

E non ti preoccupare: mi sento apolide, non c'è bisogno di metterlo per scritto.

Sempreasinistra

Re: Tutti i dubbi storici: risposte e discussioni

Messaggio da leggere da Sempreasinistra » 12 giu 2019, 21:38

pigafetta ha scritto:
12 giu 2019, 21:24
Detto questo, i fratelli Zen, sono arrivati a Terranova nel 1390.
Fuori le prove. Ripeto: i Vichinghi le prove del loro passaggio le hanno lasciate.

Avatar utente
nerorosso
Messaggi: 729
Iscritto il: 8 giu 2019, 17:34

Re: Tutti i dubbi storici: risposte e discussioni

Messaggio da leggere da nerorosso » 12 giu 2019, 23:15

Sempreasinistra ha scritto:
12 giu 2019, 21:37
nerorosso ha scritto:
12 giu 2019, 21:00
L'unità tedesca è più tarda di quella italiana
Ricordo bene la data dell'unificazione tedesca. Ma i tedeschi si sono riuniti secondo un progetto specifico e in meno di dieci anni sono diventati una potenza economica e industriale. Con tutte le accezione negative ovviamente, però la loro è stata un'unità forte e con scopi ben precisi. E fino a quel momento, 1871, quei territori hanno giocato un ruolo cruciale per la storia europea.

Fra tutti: lo sviluppo del protestantesimo, fondamentale per compiere l'effettivo passaggio dal Medioevo all'Epoca Moderna.
nerorosso ha scritto:
12 giu 2019, 21:00
Il problema tuo è che tu disprezzi la tua stessa patria, sei un anti-italiano.
Ritengo lo stato italiano ininfluente per la sua pochezza politica e per il suo essere l'eterno ultimo dalla sua esistenza. Motivo per cui sogno più l'ammissione dentro un'Europa che superi gli stati nazionali. Almeno iniziamo a ragionare con la mentalità nordica, a cui mi sento più affine e che bramo di più.

E non ti preoccupare: mi sento apolide, non c'è bisogno di metterlo per scritto.
Qui non è questione di come ti senti tu. Vuoi o non vuoi sei italiano, figlio di italiani e con la cittadinanza italiana. Se non ti senti tale la tua decisione conseguente dovrebbe essere quella di espatriare, vivere il congruo numero di anni in un altro Stato e poi chiedere la cittadinanza di questo RINUNCIANDO a quella italiana.
Altrimenti non sei coerente, e a me sinceramente non piace molto uno che si laurea approfittando delle basse tasse universitarie italiane, magari poi va a lavorare all'estero dopo la laurea, e sputa pure nel piatto in cui fino a quel momento ha mangiato…
PATRIA O MUERTE!!!

(Fidel Castro)

Avatar utente
ItaloPatriota
Messaggi: 72
Iscritto il: 10 giu 2019, 14:28

Re: Tutti i dubbi storici: risposte e discussioni

Messaggio da leggere da ItaloPatriota » 13 giu 2019, 4:58

Sempreasinistra, non mi hai chiesto il collegamento della puntata di "Passato e presente" dove uno storico gia' laureato come Marco Mondini sostiene, dopo aver fatto ricerche sull'argomento, che gli italiani hanno persino piu' diritto degli altri ad esaltarsi. Tu non vuoi approfondire, ti sei fossilizzato sulle tue convinzioni e tanti saluti. In ogni caso non sarebbe necessario per apprezzare il prorprio Paese che questo sia il migliore in assoluto. Tutti gli stranieri o quasi nutrono un sentimento di amore, anche scomposto, nei riguardi della loro nazione senze che sia la settima o ottava potenza mondiale, come ancora e' l'Italia nonostante gli ultimi decenni e serpi in seno, disfattisti culturali e via dicendo. Cosa direbbe uno storico dei circa duecento paesi che vengono dopo di noi sotto quasi ogni aspetto se fosse cresciuto coi cattivi maestri che ci dobbiamo fumare noi italiani. Per l'Unesco siamo i numeri uno, ineguagliabili in quanto ad arte e cultura e tu menzioni solo un paio di eccezioni alla mediocrita' che e' stata invece il brodo in cui si sono cotti praticamente tutti gli altri, perlomeno in misura maggiore rispetto a noi. Bravi gli scandinavi, ma il numero dei suicidi molto superiore al nostro lascia pensare che il loro modello abbia qualche piccola lacuna. Ripeto: bravi lo stesso. Tu ti senti apolide, ma esponi costantemente bandiere alla tua finestra. Cose sparse: pochezza politica ed eterna ultima? Un cacchio! Ultima rispetto a che Paesi? L'Italia, come ho gia' scritto, e' la settima o ottava potenze del mondo e siamo stati meglio posizionati fino a poco tempo fa e sempre tra i primissimi dall'unita' ad oggi. Abbiamo sempre avuto un importante peso politico: tutti ci volevano dalla loro parte allo scoppio della Grande Guerra e siamo stati l'ago della bilancia non solo nell'occasione, ma anche durante la guerra fredda, per esempio; a Milano c'erano le migliori armerie d'Europa ai tempi dei Visconti e degli Sforza. Abbiamo avuto i piu' grandi condottieri ai tempi delle compagnie di ventura. Pare che avessimo qualche problema in piu' con la truppa, per dirla tutta, ma ... quanta gloria! Posso chiederti se hai intenzione di cimentarti nella docenza, Sempreasinistra?
Dame e cavalieri, pongo penna e spada al servizio della Corte d'Italia

Avatar utente
ItaloPatriota
Messaggi: 72
Iscritto il: 10 giu 2019, 14:28

Re: Tutti i dubbi storici: risposte e discussioni

Messaggio da leggere da ItaloPatriota » 13 giu 2019, 5:19

Le Corti italiane rinascimentali! Firenze (citta' piu' ricca al mondo), Venezia (sul podio) e tutte le altre. Per noi la somma delle parti e' stata superiore al tutto de "i miserabili" e gli altri: Unesco docet! Pure l'Imperatore del Sacro Romano Impero doveva fare i conti col Papa senno' ... ciccia! E l'Italia non contava quando gli altri contavano? Balle! Sul protestantesimo e le sue conseguenze mi trovi sostanzialmente d'accordo. Avevo molte altre considerazioni di cui scrivere, ma si e' fatta notte. Mi restano parecchi colpi in canna. Abbraccio machiavellico. :)
Dame e cavalieri, pongo penna e spada al servizio della Corte d'Italia

Rispondi