La vera storia del lager di Fenestrelle..

Discussioni legate alla Politica e alla Storia del XX secolo
Avatar utente
heyoka
Messaggi: 1402
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41

Re: La vera storia del lager di Fenestrelle..

Messaggio da leggere da heyoka » 23 giu 2019, 14:44

E qual è la correlazione tra lo spirito repubblicano di Garibaldi e un popolo che storicamente è monarchico nel sangue? Anzi, proprio questa differenza di visione pone Garibaldi e Londra su due posizioni estremamente lontane.
Mettiamo per ipotesi che Garibaldi, una volta deposta la Monarchia Borbonica, ricordandosi del suo essere REPUBBLICANO, avesse fatto quello che aveva fatto 12 anni prima a Roma e proclamava la REPUBBLICA delle Due Sicilie.
Per come si è svolto il Congresso di Vienna del 1815, io credo che le MONARCHIE Europee avessero il TERRORE che in Europa si potesse instaurare una Repubblica che facesse da catalizzatore verso i sudditi delle Monarchie, specie dopo lo scampato pericolo della Rivoluzione Francese e di Napoleone.
Tanto è VERO, che il Congresso di Vienna aveva come principio la RESTAURAZIONE di Tutti gli Stati precedenti che non erano sopravissuti alla furia Napoleonica.
Principio che fu VIOLATO nei casi delle Repubbliche di VENEZIA, Genova e Lucca se non ricordo male.
Le Monarchie vincitrici su Napoleone, hanno infatti deciso di dare Venezia all' Austria e Genova al protettorato Francese dei SaBoia.
35 anni dopo, sia Venezia che Genova insorsero con altre città come Milano, Brescia, Roma e Napoli per deporre le varie Monarchie usurpatrici ed instaurare le REPUBBLICHE.
E Vuoi che gli Inglesi di Sua Maestà non fossero ATTENTI a questi possibili sviluppi REPUBBLICANI della penisola Italiana, specie se trascinati dagli ideali Mazziniani di una Repubblica Italiana?
Tieni a mente Bakunin, che qualche decennio prima, Sua Maestà si è vista AZZERARE tutta la Sovranità che aveva sui territori Americani, dopo la guerra di Secessione.
Anche in quel caso, si parlava di Stati REPUBBLICANI che si univano.

Sempreasinistra

Re: La vera storia del lager di Fenestrelle..

Messaggio da leggere da Sempreasinistra » 23 giu 2019, 15:45

heyoka ha scritto:
23 giu 2019, 14:44
Mettiamo per ipotesi che Garibaldi, una volta deposta la Monarchia Borbonica, ricordandosi del suo essere REPUBBLICANO, avesse fatto quello che aveva fatto 12 anni prima a Roma e proclamava la REPUBBLICA delle Due Sicilie.
Okay e cosa centra con gli inglesi che stavano a 1617 chilometri di distanza?

Anche se nasce una repubblica nel mezzogiorno d'Italia agli inglesi che importa? Tanto non gli cambia nulla a loro, rimangono sempre la nazione più potente dell'epoca.
heyoka ha scritto:
23 giu 2019, 14:44
Per come si è svolto il Congresso di Vienna del 1815, io credo che le MONARCHIE Europee avessero il TERRORE che in Europa si potesse instaurare una Repubblica che facesse da catalizzatore verso i sudditi delle Monarchie
Quindi il tuo contorto ragionamento è che gli inglesi avevano paura che i loro sudditi davanti ad una repubblica del Sud d'Italia sarebbero andati la a sostenerla?

Non regge minimamente.

Prima di tutto gli inglesi sono e rimangono monarchici. Ritengono la monarchia l'unica forma governativa esistente, non accetterebbero una repubblica nemmeno se si creasse in Cornovaglia. Per loro esiste solo il regno, motivo per cui non si lamentano mai. Sono nati come monarchia, sono cresciuti come monarchia e sono stati mandati alla grandezza da una monarchia. Per gli inglesi non esiste altro che la corona.

Secondo: il Mezzogiorno d'Italia era la seconda regione più arretrata d'Europa dopo la Russia, che attrattiva poteva dare a inglesi, abituati a stili di vita di ben più alto spessore? Cioè un inglese molla la ricchezza dell'Inghilterra del '800 per andare nella Sicilia dove nemmeno c'erano le strade?
heyoka ha scritto:
23 giu 2019, 14:44
Le Monarchie vincitrici su Napoleone, hanno infatti deciso di dare Venezia all' Austria
No, fu Napoleone stesso a dare Venezia all'Austria col trattato di Campoformio.
heyoka ha scritto:
23 giu 2019, 14:44
e Genova al protettorato Francese dei SaBoia.
Il Regno di Sardegna venne costituito nel '700 e già contava Piemonte, Liguria e Sardegna.
heyoka ha scritto:
23 giu 2019, 14:44
35 anni dopo, sia Venezia che Genova insorsero con altre città come Milano, Brescia, Roma e Napoli per deporre le varie Monarchie usurpatrici ed instaurare le REPUBBLICHE.
A Genova non si instaurò alcuna repubblica perché i moti piemontesi cessarono all'emanazione dello Statuto Albertino.
Venezia e Napoli non arrivarono da nessuna parte.
Milano non fondò nessuna repubblica, scacciò gli austriaci e questo portò alla prima guerra d'indipendenza alla cui fine Milano tornò nelle mani austriache.

Roma si, ci fu una repubblica. Che durò nemmeno un anno.
heyoka ha scritto:
23 giu 2019, 14:44
E Vuoi che gli Inglesi di Sua Maestà non fossero ATTENTI a questi possibili sviluppi REPUBBLICANI della penisola Italiana, specie se trascinati dagli ideali Mazziniani di una Repubblica Italiana?
Peccato che molte delle informazioni che conosci siano errate come ti ho appena detto. Il pericolo repubblicano in Italia durante il Risorgimento era minimo. Tolto Roma da nessuna parte si formarono repubbliche.
E Roma agli inglesi, in quanto anglicani, fregava meno di zero.

Senza escludere che anche la repubblica romana è un'esperienza talmente fragile e corta che non rappresenta nulla.
heyoka ha scritto:
23 giu 2019, 14:44
Tieni a mente Bakunin, che qualche decennio prima, Sua Maestà si è vista AZZERARE tutta la Sovranità che aveva sui territori Americani, dopo la guerra di Secessione.
Anche in quel caso, si parlava di Stati REPUBBLICANI che si univano.
La rivoluzione americana col Risorgimento italiano non centra niente.

Avatar utente
ItaloPatriota
Messaggi: 72
Iscritto il: 10 giu 2019, 14:28

Re: La vera storia del lager di Fenestrelle..

Messaggio da leggere da ItaloPatriota » 23 giu 2019, 22:37

La rivoluzione americana si ebbe nella seconda meta' del '700. L'indipendenza risale al 1776, se non erro. La guerra civile americana si combatte' dal 1861 al 1865. Noi sappiamo piu' delle cose statunitensi che delle nostre, spesso, perche' siamo stati "diseducati" cosi'. Pellicole, fumetti e televisione hanno completamente snaturato, deitalianizzato la nostra cultura popolare e ora parliamo una lingua ibrida (i prestiti si dovrebbero restituire) e con il primato mondiale negativo in quanto a natalita' (cosi' pare), se non s'invertono certe tendenze, siamo destinati al declino e all'irrilevanza sul serio, per poi sparire definitivamente. Io lottero' finche' ne avro' la forza affinche' cio' non accada o perche' la fine degli italiani si posponga il piu' possibile. Abbraccio leopardiano. C'entra! ;)
Dame e cavalieri, pongo penna e spada al servizio della Corte d'Italia

Sempreasinistra

Re: La vera storia del lager di Fenestrelle..

Messaggio da leggere da Sempreasinistra » 24 giu 2019, 21:14

ItaloPatriota ha scritto:
23 giu 2019, 22:37
La rivoluzione americana si ebbe nella seconda meta' del '700. L'indipendenza risale al 1776, se non erro. La guerra civile americana si combatte' dal 1861 al 1865. Noi sappiamo piu' delle cose statunitensi che delle nostre, spesso, perche' siamo stati "diseducati" cosi'. Pellicole, fumetti e televisione hanno completamente snaturato, deitalianizzato la nostra cultura popolare e ora parliamo una lingua ibrida (i prestiti si dovrebbero restituire) e con il primato mondiale negativo in quanto a natalita' (cosi' pare), se non s'invertono certe tendenze, siamo destinati al declino e all'irrilevanza sul serio, per poi sparire definitivamente. Io lottero' finche' ne avro' la forza affinche' cio' non accada o perche' la fine degli italiani si posponga il piu' possibile. Abbraccio leopardiano. C'entra! ;)
Sulla base della mia esperienza si sa veramente poco del '800 e soprattutto '900 perché i professori più vecchi hanno una scarsissima preparazione sulla contemporaneità e giunti a scuola sprecano ore e ore per parlare di Roma e l'antica Grecia.

Da noi in università invece veniamo messi in un sistema di preparazione opposto: storia contemporanea è l'esame più importante e gli esami di storia romana e greca sono facoltativi.

Avatar utente
ItaloPatriota
Messaggi: 72
Iscritto il: 10 giu 2019, 14:28

Re: La vera storia del lager di Fenestrelle..

Messaggio da leggere da ItaloPatriota » 24 giu 2019, 21:49

Storia contemporanea italiana, soprattutto, o ancora una volta, dobbiamo affrontare il ... mondialismo o come diavolo si chiami in questo caso la nostra insostenibile esterofilia? Dissento sul considerare sprecato il tempo dedicato a Roma!
Dame e cavalieri, pongo penna e spada al servizio della Corte d'Italia

Avatar utente
ItaloPatriota
Messaggi: 72
Iscritto il: 10 giu 2019, 14:28

Re: La vera storia del lager di Fenestrelle..

Messaggio da leggere da ItaloPatriota » 24 giu 2019, 21:52

O dobbiamo preparare gli storici italiani sulle vicende dei pirati dei Caraibi o sui Vichinghi invece che sui pirati del Mediterraneo e sulle genti preromane?
Dame e cavalieri, pongo penna e spada al servizio della Corte d'Italia

Avatar utente
nerorosso
Messaggi: 741
Iscritto il: 8 giu 2019, 17:34

Re: La vera storia del lager di Fenestrelle..

Messaggio da leggere da nerorosso » 24 giu 2019, 22:22

Io suppongo che, per chi studia Storia a livello di farne una professione, ci siano varie branche di specializzazione. Almeno, immagino che, come per i medici ci sono le varie specializzazioni, cardiologia, oncologia, nefrologia etc, così in storia ci saranno gli specializzati in storia moderna, in storia antica, in storia medievale e ognuno di questi sarà poi specializzato in un particolare periodo storico.
Nella stessa storia egizia so che ci sono specializzati nelle varie dinastie...

O sbaglio?
PATRIA O MUERTE!!!

(Fidel Castro)

Avatar utente
Liberi Pensieri
Messaggi: 472
Iscritto il: 8 giu 2019, 23:50

Re: La vera storia del lager di Fenestrelle..

Messaggio da leggere da Liberi Pensieri » 25 giu 2019, 6:54

nerorosso ha scritto:
24 giu 2019, 22:22
Io suppongo che, per chi studia Storia a livello di farne una professione, ci siano varie branche di specializzazione. Almeno, immagino che, come per i medici ci sono le varie specializzazioni, cardiologia, oncologia, nefrologia etc, così in storia ci saranno gli specializzati in storia moderna, in storia antica, in storia medievale e ognuno di questi sarà poi specializzato in un particolare periodo storico.
Nella stessa storia egizia so che ci sono specializzati nelle varie dinastie...

O sbaglio?
Inoltre uno storico non deve essere fazioso e animato di pregiudiziali politiche
Ci sono tre classi di uomini: gli amanti della saggezza, gli amanti dell’onore, e gli amanti del guadagno.

Avatar utente
heyoka
Messaggi: 1402
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41

Re: La vera storia del lager di Fenestrelle..

Messaggio da leggere da heyoka » 25 giu 2019, 7:00

Liberi Pensieri ha scritto:
25 giu 2019, 6:54
nerorosso ha scritto:
24 giu 2019, 22:22
Io suppongo che, per chi studia Storia a livello di farne una professione, ci siano varie branche di specializzazione. Almeno, immagino che, come per i medici ci sono le varie specializzazioni, cardiologia, oncologia, nefrologia etc, così in storia ci saranno gli specializzati in storia moderna, in storia antica, in storia medievale e ognuno di questi sarà poi specializzato in un particolare periodo storico.
Nella stessa storia egizia so che ci sono specializzati nelle varie dinastie...

O sbaglio?
Inoltre uno storico non deve essere fazioso e animato di pregiudiziali politiche
👍
Anche perche già ci pensano i VINCITORI ad animare gli Storici facendo pervenire a loro solo DATI FAZIOSI.

Avatar utente
Gasiot
Messaggi: 681
Iscritto il: 8 giu 2019, 22:01

Re: La vera storia del lager di Fenestrelle..

Messaggio da leggere da Gasiot » 25 giu 2019, 7:14

heyoka ha scritto:
25 giu 2019, 7:00
Liberi Pensieri ha scritto:
25 giu 2019, 6:54
nerorosso ha scritto:
24 giu 2019, 22:22
Io suppongo che, per chi studia Storia a livello di farne una professione, ci siano varie branche di specializzazione. Almeno, immagino che, come per i medici ci sono le varie specializzazioni, cardiologia, oncologia, nefrologia etc, così in storia ci saranno gli specializzati in storia moderna, in storia antica, in storia medievale e ognuno di questi sarà poi specializzato in un particolare periodo storico.
Nella stessa storia egizia so che ci sono specializzati nelle varie dinastie...

O sbaglio?
Inoltre uno storico non deve essere fazioso e animato di pregiudiziali politiche
👍
Anche perche già ci pensano i VINCITORI ad animare gli Storici facendo pervenire a loro solo DATI FAZIOSI.
questo è inconfutabile ....però ho dei seri dubbi su chi è stato il vincitore riferendomi alla nascita dell'italia odierna , se i mille di garibaldi oppure la mentalità meridionale subentrata a quella piemontese
“Se un uomo è uno stupido, non lo emancipi dalla sua stupidità col mandarlo all'università. Semplicemente lo trasformi in uno stupido addestrato, dieci volte più pericoloso.”
DESMOND BAGLEY

Rispondi