danimarca

Discussioni generali riguardanti la politica internazionale.
Avatar utente
Gasiot
Messaggi: 308
Iscritto il: 8 giu 2019, 22:01

Re: danimarca

Messaggio da Gasiot » 10 giu 2019, 9:55

e comunque nessuno pensa di mettere su un'isola appartata tutti gli stranieri a caso
ma quelli che vagano a vuoto con il foglio di reimpatrio già emesso ...si ,magari tengono a bada meglio i loro ormoni
e sono circa il 70% degli arrivi
“Se un uomo è uno stupido, non lo emancipi dalla sua stupidità col mandarlo all'università. Semplicemente lo trasformi in uno stupido addestrato, dieci volte più pericoloso.”
DESMOND BAGLEY

Sempreasinistra

Re: danimarca

Messaggio da Sempreasinistra » 10 giu 2019, 11:43

nerorosso ha scritto:
9 giu 2019, 23:45
Mah, non so…

Non conosco Milano, ma qui dalle mie parti in ogni panetteria e in ogni tabaccaio, e pure in ogni edicola c'è sempre almeno un annuncio, corredato dalle classiche striscioline col numero telefonico, che recita una cosa tipo "signora italiana, 46enne, cerca lavoro come badante, pulizie assistenza bambini o qualunque altra cosa. Automunita e disponibile a spostarsi. Massima serietà"

Quanto ai panettieri forse nei grandi panifici, ma tutte le panetterie che hanno un forno sono gestite da italiani. Che fanno il pane per loro e per i negozi che non hanno un forno.
Abbiamo qui vicino a casa mia pure un minimarket gestito da una capace signora rumena che negli anni ha acquisito una clientela tanto italiana quanto rumena che compra il pane dal forno a poche decine di metri.

Sul fatto che interi settori lavorativi non andrebbero avanti senza gli stranieri ho forti dubbi. Mi pare tanto la strategia di chi mira alla guerra tra poveri per abbassare ulteriormente il livello salariale.

Per dirla con un mio collega, italiano una trentina d'anni credo, ma forse meno: "è un lavoro di merda, ma ho una moglie disoccupata, un figlio, un cane e una casa da mantenere. Meno male che ho sto lavoro di merda".

La morale credo che sia, senza fare troppi voli di fantasia, e che se hai bisogno lavori, eccome se lavori. E non è vero che senza gli stranieri certi settori non avrebbero manodopera. Da noi ci sono, si, tanti stranieri, ma la maggior parte siamo italiani.
A Milano i cartelli "italiana anni ecc" sono spariti da anni. Oggi le badanti si cercano tramite agenzia con regolare contratto. E come ho detto sono quasi tutte stranieri.
Panettieri con o senza forno sono a maggioranza egiziana. Chi porta la spesa a casa dell'est, edicolanti sudamericani e via dicendo.

E non è una guerra tra poveri, è che c'è sempre più gente che studia e che si specializza e quindi va a lavorare in altri settori. Ma avremo sempre bisogno di panettieri e badanti.

Il fatto che a Torino ci sia un mondo così diverso mi conferma quanto ho sempre pensato: tolto noi il resto del paese è tragicamente indietro di almeno 15 anni sul resto d'Europa. E di quanto l'Italia avrebbe bisogno del modello Milano per rilanciarsi seriamente.

porterrockwell
Messaggi: 233
Iscritto il: 9 giu 2019, 11:47

Re: danimarca

Messaggio da porterrockwell » 10 giu 2019, 14:35

Sempreasinistra, in Italia sono stati regolarizzati milioni di stranieri e nessuno ha detto nulla perché LAVORANO. Se introduci centinaia di migliaia di persone senza una precisa prospettiva di dar loro un lavoro, senza fare un minimo di selezione e per di più queste centinaia di migliaia di p'ersone ci restano sulla coppa per il mantenimento a tempo indeterminato, capirai che qualcuno abbia da obiettare

Sempreasinistra

Re: danimarca

Messaggio da Sempreasinistra » 11 giu 2019, 8:53

porterrockwell ha scritto:
10 giu 2019, 14:35
Sempreasinistra, in Italia sono stati regolarizzati milioni di stranieri e nessuno ha detto nulla perché LAVORANO. Se introduci centinaia di migliaia di persone senza una precisa prospettiva di dar loro un lavoro, senza fare un minimo di selezione e per di più queste centinaia di migliaia di p'ersone ci restano sulla coppa per il mantenimento a tempo indeterminato, capirai che qualcuno abbia da obiettare
E sai perché non si può dare a quelle persone una prospettiva? Perché esiste gente come te che ha paura dell'uomo nero che vive di particolari slogan come ci rubano il lavoro gne gne gne.

Se imparaste a essere più comprensivi, aperti e umani vedi se non è possibile dargli documenti e farli lavorare. Siete voi stessi la causa del problema.

Avatar utente
Shamash
Messaggi: 87
Iscritto il: 9 giu 2019, 16:37

Re: danimarca

Messaggio da Shamash » 12 giu 2019, 0:32

Gasiot ha scritto:
10 giu 2019, 9:55
e comunque nessuno pensa di mettere su un'isola appartata tutti gli stranieri a caso
ma quelli che vagano a vuoto con il foglio di reimpatrio già emesso ...si ,magari tengono a bada meglio i loro ormoni
e sono circa il 70% degli arrivi
Gasiot coglie pienamente il senso, che magari ad altri è sfuggito (per svista o per scelta, chissà).
Qui non si parla di immigrati, in generale, bensì di profughi, rifugiati, gente che arriva irregolarmente e soprattutto è oggetto di espulsione, dunque è opportuno allontanare dalla società affinché questa non ne venga intaccata da tale cancro.
Tutto ciò è del tutto condivisibile e frutto di buonsenso.
Ci si augura vivamente che tali proposte possano vedere la luce anche in Italia, affinché si allontanino veramente in modo efficace i soggetti che non dovrebbero assolutamente risiedere nel nostro Paese e si possano accogliere solo i meritevoli. Di recente vi sono stati spiacevoli fatti di cronaca con soggetti che hanno aggredito le Forze dell'Ordine e che erano già stati notificati con atti d'espulsione, ma inspiegabilmente vivevano in Italia impuniti. Ciò è inammissibile e in un Paese civile non dovrebbe nemmeno essere lontanamente concepito.
«Non è necessario sperare nella vittoria per battersi con onore per la propria bandiera.» 🇮🇹 [Guglielmo I d'Orange]
«Dove regna la saggezza, non vi è alcun conflitto tra pensiero e sentimento.» [Carl Gustav Jung]

Avatar utente
heyoka
Messaggi: 746
Iscritto il: 10 giu 2019, 11:41

Re: danimarca

Messaggio da heyoka » 12 giu 2019, 6:34

Sempreasinistra ha scritto:
11 giu 2019, 8:53
porterrockwell ha scritto:
10 giu 2019, 14:35
Sempreasinistra, in Italia sono stati regolarizzati milioni di stranieri e nessuno ha detto nulla perché LAVORANO. Se introduci centinaia di migliaia di persone senza una precisa prospettiva di dar loro un lavoro, senza fare un minimo di selezione e per di più queste centinaia di migliaia di p'ersone ci restano sulla coppa per il mantenimento a tempo indeterminato, capirai che qualcuno abbia da obiettare
E sai perché non si può dare a quelle persone una prospettiva? Perché esiste gente come te che ha paura dell'uomo nero che vive di particolari slogan come ci rubano il lavoro gne gne gne.

Se imparaste a essere più comprensivi, aperti e umani vedi se non è possibile dargli documenti e farli lavorare. Siete voi stessi la causa del problema.
E qui ti sbagli, Bakunin.
Noi destri o differentemente Sinistri come sono io, nella stragrande maggioranza abbiamo paura della KOLLIONERIA dei KattoKomunisti italoargentini più che che degli uomini neri.

Rispondi