Pentastellati attaccati alle poltrone, ma anche agli...appartamenti!

Forum di discussione sulla politica italiana, i partiti e le istituzioni.
Avatar utente
Alfa
Messaggi: 1481
Iscritto il: 8 giu 2019, 16:35

Pentastellati attaccati alle poltrone, ma anche agli...appartamenti!

Messaggio da leggere da Alfa » 18 nov 2019, 10:36

"Mi serve una casa grande" Trenta si tiene l'appartamento
La Trenta non vuol mollare l'alloggio da ministra in centro a Roma. Lei: "Ho una vita di relazioni".

Elisabetta Trenta, nonostante avesse già una casa nella capitale, decise ugualmente di chiedere un appartamento. Ed alla fine le fu assegnata un’abitazione all’interno di uno stabile del ministero, dove andò a vivere assieme al marito. Si tratta di un appartamento di “Livello 1”, assegnabile cioè a personalità di alto livello, lei all'epoca del Conte 1 era ministra della difesa, ora è una semplice parlamentare...e chi se ne frega!

E se già questo risulta alquanto strano, visto che la Trenta aveva una casa a Roma, è ancora più inusuale che, nonostante dal settembre scorso non sia più un ministro, l’ex titolare della Difesa risulti ancora dentro quell’appartamento.
Ma lei non molla, da buona grillina poltronaia......me l'avete dato e me lo tengo! E brava anche questa grillina!

porterrockwell
Messaggi: 453
Iscritto il: 9 giu 2019, 11:47

Signora Trenta, ma non sarebbe stata una bella occasione?

Messaggio da leggere da porterrockwell » 18 nov 2019, 12:55

Monta la polemica sulla ex-ministra Trenta che abita ancora nell'appartamento assegnatole come ministra della Difesa.
Il Corriere la intervista:

Lei ha una casa al quartiere Pigneto di Roma. Non poteva rimanere lì, sia pur con misure di protezione adeguate?

«No, c’erano problemi di controllo e di sicurezza. In quella zona si spaccia droga e la strada non ha vie d’uscita. E poi io avevo bisogno di un posto dove incontrare le persone, di un alloggio grande. Era necessaria riservatezza».

Ecco, perché non ha fatto un regalo ai suoi vicini di quartiere rimanendo dov'era e imbottendo la strada di casa sua e quelle limitrofe di carabinieri? No, ha fatto la radical chic e la fautrice dell'accoglienza di stranieri finti profughi una parte dei quali andrà ad ingrossare le fila dei trafficanti di droga. Le persone, poi, si incontrano al ministero quando si è ministri.
Ovvio, solo i popul-sovranisti, che hanno la sfiga di abitare in un luogo dove si spaccia, devono attaccarsi al tram e continuare a stare lì impotenti .

Avatar utente
serge
Messaggi: 479
Iscritto il: 9 giu 2019, 8:58

Re: Pentastellati attaccati alle poltrone, ma anche agli...appartamenti!

Messaggio da leggere da serge » 19 nov 2019, 11:26

Alfa ha scritto:
18 nov 2019, 10:36
"Mi serve una casa grande" Trenta si tiene l'appartamento
La Trenta non vuol mollare l'alloggio da ministra in centro a Roma. Lei: "Ho una vita di relazioni".

Elisabetta Trenta, nonostante avesse già una casa nella capitale, decise ugualmente di chiedere un appartamento. Ed alla fine le fu assegnata un’abitazione all’interno di uno stabile del ministero, dove andò a vivere assieme al marito. Si tratta di un appartamento di “Livello 1”, assegnabile cioè a personalità di alto livello, lei all'epoca del Conte 1 era ministra della difesa, ora è una semplice parlamentare...e chi se ne frega!

E se già questo risulta alquanto strano, visto che la Trenta aveva una casa a Roma, è ancora più inusuale che, nonostante dal settembre scorso non sia più un ministro, l’ex titolare della Difesa risulti ancora dentro quell’appartamento.
Ma lei non molla, da buona grillina poltronaia......me l'avete dato e me lo tengo! E brava anche questa grillina!
Ma il suo Movimento non era quello del cambiamento e dell'onestà? Ma per favore !
Beer4 BangHead Angry1
Si è sempre responsabili di quello che non si è saputo evitare (J.P. Sartre)

cuneoman
Messaggi: 685
Iscritto il: 16 ago 2019, 23:39

Re: Pentastellati attaccati alle poltrone, ma anche agli...appartamenti!

Messaggio da leggere da cuneoman » 20 nov 2019, 1:11

Io invece lo ritengo un ottimo successo dei 5 stelle!! E non scherzo!!

In tutti i partiti possono arrivare delle mele marce o gente che usa la poltrona per fini personali, ma il M5S è l'unico che li sbatte fuori o li combatte. La Trenta dovrebbe vergognarsi, ma il M5S non l'ha difesa e non ha cercato di evitarle le indagini delle procure in corso, non ha urlato ai magistrati politicizzati, non ha detto di non conoscerla, non ha cambiato nessuna legge in suo favore, non ha detto che era figlia di Putin ( :mrgreen: ).

Questo non è il partito delle immunità votate in parlamento come 2 mesi fa per il ministro di FI, votate da Lega e compagnia, qui se uno sbaglia paga. E le indagini non devono essere ostacolate o evitate dai cavilli, questo è il partito che molti italiani vogliono. Almeno in questo caso!!

Forse il M5S poteva non portarla in parlamento, ma è difficile capire prima cosa faranno dopo. E anche se criticata da molti già da tempo, quanti sanno che:
Si è laureata nel 1994 all'Università La Sapienza di Roma in Scienze Politiche a indirizzo economico[1].

Ha fatto parte del consiglio comunale di Velletri prima (dal 1997 al 1999) e in giunta poi (nei primi anni duemila), eletta col Centro Cristiano Democratico a sostegno di Bruno Cesaroni di Alleanza Nazionale.

Dall'ottobre 2005 al luglio 2006 è stata consigliere politico della Farnesina in Iraq, ed "esperto senior" a Nāṣiriya[2][3], in Iraq. È impegnata nel sociale con l'associazione "I bambini di Nassiryia Onlus"[4] e il "Flauto Magico"[2].

Il 30 luglio 2008 le è stata conferita la nomina a capitano della riserva selezionata dell'Esercito Italiano[5][6] con tale grado, nel 2009 è stata richiamata in servizio come consigliere nazionale (country advisor) nell'ambito del comando italiano aggregato alla missione della forza militare di interposizione delle Nazioni Unite in Libano, UNIFIL, paese dove è in seguito rimasta a lavorare, dal 2010 al 2011, con la propria SudgestAid a favore del Ministero degli interni libanese. Ha inoltre collaborato in qualità di analista al Centro militare di studi strategici[1][2].

Fino al 2018[2] è stata vicedirettore del Master in Intelligence e Sicurezza e docente presso la Link Campus University di Roma[1].

Avatar utente
Gasiot
Messaggi: 658
Iscritto il: 8 giu 2019, 22:01

Re: Pentastellati attaccati alle poltrone, ma anche agli...appartamenti!

Messaggio da leggere da Gasiot » 20 nov 2019, 8:17

hai messo un bel curriculum ,ma a parte l'esperienza amministrativa in comune ,mi sembra che tutto il resto sia parte di quel sottobosco burocratico dove c'è tanta gente parcheggiata e ben retribuita ma senza un comprensibile lavoro vero
“Se un uomo è uno stupido, non lo emancipi dalla sua stupidità col mandarlo all'università. Semplicemente lo trasformi in uno stupido addestrato, dieci volte più pericoloso.”
DESMOND BAGLEY

cuneoman
Messaggi: 685
Iscritto il: 16 ago 2019, 23:39

Re: Pentastellati attaccati alle poltrone, ma anche agli...appartamenti!

Messaggio da leggere da cuneoman » 20 nov 2019, 12:14

Gasiot ha scritto:
20 nov 2019, 8:17
hai messo un bel curriculum ,ma a parte l'esperienza amministrativa in comune ,mi sembra che tutto il resto sia parte di quel sottobosco burocratico dove c'è tanta gente parcheggiata e ben retribuita ma senza un comprensibile lavoro vero
Era ministro della difesa e ha girato mezzo mondo avendo ruoli importanti. Penso che se si volesse una donna, e io trovo davvero stupide le quote rosa, non ci fosse certo di meglio. E anche tra gli uomini resta un curriculum di tutto rispetto.
Specie se contiamo i non laureati p quasi-laureati a dirigere la scuola e quelli che come curriculum hanno l'essere amico del capo!! Gasparri!!!!!!!!!!!

cuneoman
Messaggi: 685
Iscritto il: 16 ago 2019, 23:39

Re: Pentastellati attaccati alle poltrone, ma anche agli...appartamenti!

Messaggio da leggere da cuneoman » 20 nov 2019, 12:19

Elisabetta Trenta: ecco chi è il nuovo ministro della Difesa
Elisabetta Trenta nasce a Velletri, comune in provincia di Roma, il 4 giugno 1967. Dopo essersi laureata nel 1994 all’Università La Sapienza di Roma in Scienze Politiche a indirizzo economico, si è specializzata professionalmente nel settore della sicurezza militare internazionale; operando particolarmente in zone calde come Libano, Iraq e Libia.


La sua prima esperienza internazionale è proprio in Iraq e si svolge per 1 anno da ottobre 2005 a luglio 2006, periodo nel quale ricopre l’incarico di consigliere politico per il Ministero della Difesa nell’ambito della missione Antica Babilonia 9 ed “esperto senior” a Nassiryia per la Farnesina. La sua attività politica si fonda anche con il sociale e l’impegno con la Onlus I Bambini di Nassiryia e l’associazione Il Flauto Magico. Nel 2009 viene richiamata in servizio in qualità di country advisor e capitano della Riserva nella missione Uniful in Libano; mentre nel 2012 si è recata in Libia in qualità di coordinatrice di un progetto finalizzato a ridurre gli armamenti illegali.



Vicedirettore del Master in Intelligence e Sicurezza alla Link Campus University, nel suo curriculum vanta anche una collaborazione con il Cemiss in qualità di ricercatrice e ha presieduto il consorzio Criss (Consortium of Research on Intelligence and Security Services). Elisabetta Trenta parla correttamente 3 lingue straniere: inglese, francese e russo.

Avatar utente
Alfa
Messaggi: 1481
Iscritto il: 8 giu 2019, 16:35

Re: Pentastellati attaccati alle poltrone, ma anche agli...appartamenti!

Messaggio da leggere da Alfa » 20 nov 2019, 13:20

cuneoman ha scritto:
20 nov 2019, 12:19
Elisabetta Trenta: ecco chi è il nuovo ministro della Difesa
Elisabetta Trenta nasce a Velletri, comune in provincia di Roma, il 4 giugno 1967. Dopo essersi laureata nel 1994 all’Università La Sapienza di Roma in Scienze Politiche a indirizzo economico, si è specializzata professionalmente nel settore della sicurezza militare internazionale; operando particolarmente in zone calde come Libano, Iraq e Libia.


La sua prima esperienza internazionale è proprio in Iraq e si svolge per 1 anno da ottobre 2005 a luglio 2006, periodo nel quale ricopre l’incarico di consigliere politico per il Ministero della Difesa nell’ambito della missione Antica Babilonia 9 ed “esperto senior” a Nassiryia per la Farnesina. La sua attività politica si fonda anche con il sociale e l’impegno con la Onlus I Bambini di Nassiryia e l’associazione Il Flauto Magico. Nel 2009 viene richiamata in servizio in qualità di country advisor e capitano della Riserva nella missione Uniful in Libano; mentre nel 2012 si è recata in Libia in qualità di coordinatrice di un progetto finalizzato a ridurre gli armamenti illegali.



Vicedirettore del Master in Intelligence e Sicurezza alla Link Campus University, nel suo curriculum vanta anche una collaborazione con il Cemiss in qualità di ricercatrice e ha presieduto il consorzio Criss (Consortium of Research on Intelligence and Security Services). Elisabetta Trenta parla correttamente 3 lingue straniere: inglese, francese e russo.
Nonostante tutto...c'è mancato poco che per farla sgomberare non si rendesse necessaria la ruspa.

cuneoman
Messaggi: 685
Iscritto il: 16 ago 2019, 23:39

Re: Pentastellati attaccati alle poltrone, ma anche agli...appartamenti!

Messaggio da leggere da cuneoman » 20 nov 2019, 13:26

Alfa ha scritto:
20 nov 2019, 13:20
Nonostante tutto...c'è mancato poco che per farla sgomberare non si rendesse necessaria la ruspa.
E a guidare la ruspa ci sarebbe stato il M5S!!!! Beer
A differenza di altri che per cose ben peggiori votano immunità, negano l'evidenza oppure dicono "....e Bibbiano???????" :mrgreen:

Avatar utente
Alfa
Messaggi: 1481
Iscritto il: 8 giu 2019, 16:35

Re: Pentastellati attaccati alle poltrone, ma anche agli...appartamenti!

Messaggio da leggere da Alfa » 20 nov 2019, 22:28

cuneoman ha scritto:
20 nov 2019, 13:26
Alfa ha scritto:
20 nov 2019, 13:20
Nonostante tutto...c'è mancato poco che per farla sgomberare non si rendesse necessaria la ruspa.
E a guidare la ruspa ci sarebbe stato il M5S!!!! Beer
A differenza di altri che per cose ben peggiori votano immunità, negano l'evidenza oppure dicono "....e Bibbiano???????" :mrgreen:
Si però....anche bugiardi i pentagrillini.
Secondo una relazione del Ministero della Difesa, la Trenta e il marito avrebbero pagato 140 euro mensili per l'affitto della casa di servizio, non 540 come dichiarato dall'ex ministro. Forse la furbona ci ha sommato anche acqua, luce e gas. :mrgreen:
Vi apriremo come una scatoletta di tonno......per entrarci e rinchiuderci dentro! Applausi!

Rispondi