Addio “Latin Lover”, bella fine hai fatto con le Bambole al Silicone

Addio “Latin Lover”, bella fine hai fatto con le Bambole al Silicone

4 Settembre 2018 UFFICIALE Di Quotidiano Politico

A Torino apre casa di tolleranza con le Bambole al Silicone!

Una tempo in estate le donne del nord Europa venivano a passare le vacanze in Italia, già l’Italia, il posto esatto per poter incontrare il Latin Lover, il puro, il vero e l’unico maschio latino. Era quello che corteggiava, che aspirava la sigaretta e rilasciava il fumo in modo languido, colui che quando sorseggiava un liquore guardava fisso negli occhi la sua preda, quello cioè che le “mangiava crude” quel tipo di donne. Quello che girava con il cappellino in testa perchè aveva la “Cabrio”, tenuta rigorosamente scoperta anche d’inverno, quello che quando pagava al bar, dalla tasca non gli usciva fuori un rotolo di fogli da 10mila lire, ma una mazzetta di preservativi rigorosamente con il serbatoio.

Oggi che tocca leggere: “apre a Torino Casa di Tolleranza con Bambole al Silicone“!

La casa del piacere – Sono 7 le bambole a disposizione dei clienti. Al momento della prenotazione i clienti indicano le preferenze, cioè in quale posizione si desidera trovare la sex doll. Ai clienti viene chiesto di rispettare alcune regole come non tirare le mani alla bambole e togliersi qualsiasi accessorio possa graffiarle. La pelle delle sex dolls è realizzata in elastomero termoplastico ed è molto più morbida e delicata come quella delle persone in carne e ossa. Le stanze del piacere, tre più una suite, hanno un letto matrimoniale, una Tv che trasmette solo programmi a luci rosse e una doccia.
Centinaia di prenotazioni – Ancor prima dell’apertura sono state centinaia le persone che hanno chiamato per prenotare: uomini e donne in età avanzata, ma anche ragazzi e ragazze giovani. Ci sono state anche richieste per addii al celibato. Il prezzo è 80 euro per 30 minuti, 100 per un’ora e 180 per due ore.

 

Fabrizio Capecchi  4/9/2018

 

.